La Sinagoga di Roma illuminata di notte

News - author: ludo.j - posted: 08-02-2019

La grande Sinagoga di Roma si illumina, come il Palatino, la Piramide Cestia, la Porta San Paolo, il Campidoglio, e la cupola di San Pietro. Si illumina come segno delle identità e di dialogo tra le storie che compongono la città. Ad accendere la luce sulla cupola della Sinagoga sono state le promotrici del progetto, ovvero la Sindaca Virginia Raggi, la Presidente della Comunità Ebraica di Roma Ruth Dureghello e la Presidente di ACEA Michaela Castelli. L’illuminazione artistica permanente del Tempio Maggiore è stata realizzata grazie ad un progetto sottoscritto da Roma Capitale ed Acea, che ha messo in campo la tecnologia LED di ultima generazione e 44 proiettori per valorizzare gli aspetti caratteristici dell’edificio.

Il Rabbino Capo di Roma Riccardo Di Segni, che ha partecipato all’inaugurazione, ha spiegato come la luce fosse un elemento portante dell’edificio, costruita tra il 1901 e il 1904, sin dall’inizio. «E’ un dato poco noto che quando fu costruita la Sinagoga sulla cupola fu messo il metallo riflettente. Poi venne tolto, ed oggi torna a risplendere – ha detto Di Segni -. Nella Genesi la luce è stata la prima cosa che è stata creata, che serve per separare il giorno dalla notte, la luce dalle tenebre. C’è la luce del sole, ed altre sorgenti. Ma quella che ha brillato nel primo giorno della creazione è quella più sacra, più potente, è l’energia primordiale, che rimane nascosta in attesa di tempi migliori. Noi vorremmo simbolicamente che questa luce che si accende ricordi quella primordiale, che è riservata ai giusti».
(Fonte: www.lastampa.it)