Guadagnino sempre più verso l'Oscar, sorprende il box office

News - author: titanus - posted: 29-11-2017

Prosegue la corsa verso gli Oscar per Call me by your name (Chiamami col tuo Nome) di Luca Guadagnino. Dopo le sei nomination agli Spirit Awards, il film colleziona altri premi assegnati al cinema indipendente conquistando due Gotham per film dell'anno e attore rivelazione a Timothée Chalamet. Ma il successo più clamoroso si è registrato al box office Usa: Call me by your name è uscito in quattro cinema a Los Angeles e New York incassando nel weekend 404 mila dollari con una ottima media per sala, 101 mila dollari, piazzandosi al 13esimo posto. La prospettiva della Sony, che distribuisce il film negli Stati Uniti, è di distribuire il film progressivamente in più sale durante la stagione dei premi.

Chiamami col tuo nome, tratto dell'omonimo romanzo di André Aciman, è stato girato nella campagna lombarda e racconta un'estate italiana negli anni Ottanta in cui il giovane Elio (interpretato dal 21enne Timothée Chamalet), vive le sue prime esperienze sentimentali dopo l'incontro con uno studente americano, Oliver (Armie Hammer). Nel cast anche Michael Stuhlbarg, Amira Casar e Esther Garrel. Il regista italiano è indicato come uno dei possibili registi che possono aspirare agli Oscar, ma Guadagnino si rammarica per la mancanza di riconoscimenti nel suo Paese: "Per l'Italia non esisto" ha detto in una recente intervista a Repubblica.

Il film da noi arriverà in sala l'8 febbraio 2018 distribuito da Warner Bros. Entertainment Italia dopo aver fatto tappa nei principali festival internazionali tra cui Sundance, Berlino, Torornto, Sydney, San Sebastian, Londra e Rio de Janeiro. La scorsa settimana ha ricevuto sei nominaton agli Independent Spirit Awards (miglior film, miglior regia, miglior attore protagonista per Timothée Chalamet e non protagonista per Armie Hammer, miglior montaggio e miglior fotografia). Negli ultimi tre anni è accaduto che tutti i film vincitori dei Gotham e degli Spirit Awards, che saranno assegnati il giorno prima della Notte degli Oscar si siano poi aggiudicati anche l'Academy Award: così è accaduto per Moonlight, Spotlight e Birdman.

Call me by your name ha già una schiera di sostenitori tra attori e registi che lo hanno visto ai festival - tra questi anche il giovanissimo Xavier Dolan che lo ha elogiato durante la Festa del cinema di Roma - ma continua a sorprendere la critica internazionale. Rolling Stone lo ha descritto come "un nuovo classico che vi manderà in estasi, uno dei migliori film dell'anno; Luca Guadagnino dirige una storia d'amore passionale e sensuale che è subito un cult del romanticismo". Per Hollywood Reporter il film è uno dei seri pretendenti agli Academy Awards mentre il New York Post descrive il film come "un paesaggio immaginario ricco di luce, tenerezza, sensualità e musica", e aggiunge: "chiamate questo film col suo nome: capolavoro". Parla di "capolavoro anche Volture, che aggiunge lodi anche per il giovane protagonista, e il New Yorker che lo definisce "emotivamente acuto e incredibilmente sensuale". A questo punto il regista italiano può sperare in vista delle nomination per gli Oscar.
(Fonte: www.repubblica.it)